Header image  
 
   HOME ::

 


ITINERARI DEL VINO IN GRECIA


Alberghi di tutti i prezzi, pagamento in albergo senza penale di cancellazione

Itinerari del Vino in collaborazione con:


Scrivi per informazioni sulle tue vacanze e pacchetti viaggio per le isole greche

http://www.ente-turismoellenico.com/
Repubblica Greca - Ministero del Turismo - Ente Nazionale Ellenico del Turismo

La Macedonia è un luogo stupendo. Qui è possibile trovare un´armonia tra l´uomo e la natura. Il vino è un elemento fondamentale ed inscindibile della cultura ellenica. Al centro di questa terra fertile si trova SALONICCO, all´incrocio tra l´Occidente e l´Oriente. Per gli amici del vino e delle tradizioni sono stati tracciati gli itinerari chiamati le STRADE DEL VINO DELLA MACEDONIA: quattro itinerari che conducono dal divino monte Olimpo alla bizantina Salonicco e alla meravigliosa Penisola Calcidica, dal confine di Amindeo alla lontana Tracia. Le tabelle indicano le strade che portano sino ai vigneti ed agli stabilimenti di produzione del vino (non tutti sono ancora accessibili), dove i visitatori verranno guidati nel mondo vinicolo di cui potranno degustarne i sapori circondati da un suggestivo scenario.

1° ITINERARIO : STRADA DEGLI DEI DELL´OLIMPO
La valle di Tembi costituisce il limite naturale di questo itinerario. Qui, secondo la tradizione, si nascose Apollo dopo la morte del drago Pitone, per essere purificato dalle Muse nelle acque cristalline delle fonti. Inizia da questo punto il percorso che prevede una sosta a RAPSANI e a KRANIA´, stupendi paesini arrampicati sulle falde dell´Olimpo. In uno dei più bei luoghi della Grecia, sulle cime del profeta Elia, si estende il vigneto di Rapsani; qui secondo la leggenda nacque il famoso Nectar, la bevanda degli dei dell´Olimpo. Sulle fiancate orientali vengono coltivati tre varietà di vini rossi: Xinòmavro (nero-secco), Krasàto e lo Stavrotò (crociato). Dalla loro unione nasce il vino rosso RAPSANI (Denominazione di Origine di Qualità Superiore), il quale invecchiato acquista un sapore sofisticato e molto particolare.

Risalendo verso Kranià, troverete le varietà francesi rosse Cabernet sauvignon e Merlot coltivate per la produzione del vino rosso scuro denominato Kraniotiko locale. Seguendo la strada che conduce a Salonicco, incontrerete la fortezza medievale di Platamona, il villaggio tradizionale di Aghios Panteleimonas e l´antica Dion, la città sacra dei Macedoni, unico esempio dell´antica architettura macedone.

 2° ITINERARIO : STRADA DEI RE MACEDONI
Risalendo verso nord, le insegne vi porteranno alla STRADA DEL VINO DEI RE MACEDONI. Si attraversano, quindi, i vigneti di Naoussa, si sale sino ad Amindeo, e poi si discende verso Giannitsà, Goumènissa, Mesìmvria per arrivare fino a Salonicco e i dintorni, Kalochòri e Ossa. Poco prima della città di Veria troverete il sito archeologico di Vergina, l´antica Aegès, la prima capitale dei Macedoni.

Importantissimi i reperti rinvenuti nella celebre tomba di Filippo, che costituiscono un meraviglioso esempio di arte macedone orafa e metallica (da ammirare nel Museo Archeologico di Salonicco). La prima sosta è Naoussa. Secondo la mitologia greca Semele, madre di Dioniso, viveva alle falde del Vermio.

Qui nacque anche Selenio, il mitico danzatore accompagnatore del dio. Al riparo dei venti provenienti da nord, ma alla luce del sole, i vigneti di Naoussa, ove matura il delicato rosso Xinòmavro per la produzione del corposo e invecchiato NAOUSSA (Denominazione di Origine di Qualità Superiore), hanno trovato il loro sito ideale.

In località Lefkadia si potranno visitare le tombe dei re macedoni, che hanno dato il nome a tutto l´itinerario. Continuando verso nord-est si incontra la fascia di vigneti di Goumenissa, una delle località più belle per la coltivazione vinicola; lo Xinòmavro qui è coltivato assieme ad un´altra varietà rossa locale, la Negòska. I due tipi di uva si sposano per generare il morbido e fine vino rosso GOUMENISSA (Denominazione di Origine di Qualità Superiore).

Prima di lasciare la zona si consiglia la visita al Monastero della Madonna di Goumenissa e a quello di Aghios Antonios, situato nelle vicinanze del sito archeologico dell´Antica Evropos. Più a nord, nella zona di Amindeo, esattamente nei dintorni del lago di Vegoritida, viene ancora coltivato il Xinòmavro. I vini prodotti sono un rosso leggero, un rosato ed un piacevole schiumoso chiamati AMIDEO (Denominazione di Origine di Qualità Superiore).

Ritornando sulla strada verso Salonicco, si raccomanda una sosta al sito archeologico di Pella ove nella vallata, che si distende dinanzi ai vostri occhi, si trova una varietà di vino bianco, il Roditis.

Oltre all´ormai famoso Xinòmavro, anche numerose varietà francesi: Chardonnay, Sauvignon, Ugni blanc, Merlot, Cinsault. Questo vigneto produce vini bianchi leggeri, rosati freschi e rossi coloriti e corposi. Sono i Vini Locali di Pella. La prossima sosta è Nea Mesìmvria, una zona con forte tradizione vinicola. Qui viene coltivata la varietà bianca del Roditis. Mescolato con il Zoumiàtiko, un´altra varietà bianca, dà origine al Vino Locale Mesimvriotikon, un vivace bianco secco o demi-sec. Arrivati a Salonicco, consacrata Capitale Culturale Europea 1997, si presenta l´immagine di una città dei vari stili; classico, romano, ellenistico, bizantino. Viva e dinamica, religiosa, città delle idee e delle lettere, dei colori e dei sapori. Nella regione di Salonicco, alle falde del monte Vertisko, viene coltivato il Xinòmavro, non lontano dalle varietà bianche Athìri e Asìrtikon. Assieme generano il Vino Locale delle Falde del Vernisko, rosato secco, fruttoso e nervoso.

3° ITINERARIO : STRADA DELLA CALCIDICA
Inizia dal vigneto di Epanomì e continua lungo la penisola Calcidica con soste ad Aghios Pavlos, Porto Carras (Sitonia) ed Aghion Oros. Ad Epanomi sono coltivate l´Asìrtikon, la più delicata varietà di bianco del bacino mediterraneo, la Malagouzià ed le rosse Merlot e petit Syrah.

Qui le viti, grazie anche alla brezza marina generano un vino bianco aromatico ed un rosso ricco e colorito, i Vini Locali di Epanomi (Epanomìtiki). Innanzi a voi si trovano le tre dita della Calcidica, stupende spiagge e mare cristallino.

Nell´antichità Mendi era famosa per il vino, mentre è a Stagìra, sua patria natia, che Aristotele creò il primo esemplare di vigneto. Oggi le coltivazioni dei vigneti si estendono sino alla Calcidica centrale (Aghios Pavlos - Nea Kallikràtia), a Sitonia e Aghion Oros. Nella prima i vigneti si trovano sulle falde soleggiate del Meliton e vengono coltivate varietà greche e francesi.

Il rosso colorito, dal sapore vellutato è il PLAGIES TOU MELITONA (Falde del Meliton) (Denominazione di Origine di Qualità Superiore) prodotto dalla combinazione del Limnioù, varietà greca antica menzionata addirittura da Aristotele, con le varietà francesi Cabernet sauvignon e Cabernet franc. Si produce anche un altro vino con la stessa denominazione, ma frutto della miscela di tre varietà bianche greche: Asìrtikon, Roditis, Athiriòn.

Nella penisola di Aghion Oros il vigneto viene coltivato sin dal I° secolo d.C. ed i monaci hanno mantenuto la loro tradizione vinicola attraverso i secoli sino ai giorni nostri. Oggi nel vigneto dei monasteri si coltiva il bianco Roditis ed i rossi  Limniòs, Grenache rouge e Xinòmavro per la produzione dei Vini Locali Agioritiki, un gradevole bianco ed un fresco rosato.

4° ITINERARIO : STRADA DI DIONISO
Questo itinerario inizia dal Monte Pagghèon, risale verso Drama e continua ad est per arrivare sino a Marònia, nella Tracia. Nell´antichità, il monte Pagghèon famoso per le miniere d´oro e di argento, era un centro di devozione dionisiaca. Qui, secondo la tradizione, è stato allevato il dio Dioniso che con il vino locale ubriacò i cavalli del re Licurgo.

Oggi i vigneti si estendono dalle falde della montagna sino alla superficie del mare e vengono coltivate le varietà Roditis, Asìrtikon, Ugni blanc, Sauvignon blanc, Cabernet sauvignon e Merlot per la produzione dei Vini Locali Pagghioritiki. Un bianco fresco, un gradevole rosato ed un ricco rosso.

Più in alto troverete il monastero bizantino della Eikosifinìtsa, con l´icona della Madonna, mentre lungo la costa vi attende la stupenda città di Kavala. A Drama, si incontra una grande varietà di uve greche e francesi, bianche e rosse: Zoumiàtikon, Roditis, Asìrtikon, Sauvignon blanc, Limniòs, Cabernet franc e Merlot.

Dalla loro vinificazione si producono i Vini Locali di Drama. Un bianco aromatico, un gradevole rosato ed uno rosso dal sapore morbido. Se amate la montagna e le passeggiate nei boschi vi segnaliamo la zona dei monti Falakròn e Caraderè, ideale per le escursioni. Si giunge poi a Maronia, patria del Vino Locale Ismarikon, situata al centro della Tracia, dove, secondo quanto cita Omero nell´Odissea, Ulisse fece ubriacare il Ciclope con il vino del sacerdote Màronas. Oggi, si notano i vigneti piantati da poco, nel tentativo di riprodurre e continuare questa antichissima tradizione vinicola.
Mavrommatis: Amisianà (Kavala). Vendita vini.
Az.Kon.Lazaridis: Adrianì 10°klm.Drama-Xanthi. Tel.0030/2521082231-2521082348. Visita app. telefonico.

NOTE:

  • GLI ITINERARI DEL VINO DELLA MACEDONIA E´ FRUTTO DI UN´INIZIATIVA DEI MEMBRI DELL´ASSOCIAZIONE PRODUTTORI VINICOLI DEI VIGNETI DELLA MACEDONIA.
  • Negli stabilimenti possono essere acquistati vini, libri, accessori. Informazioni presso gli uffici del Consorzio Produttori Vinicoli dei Vigneti della Macedonia (EN.O.A.M.) - 134, Nea Monastiriou str. SALONICCO - Tel.0030/2310706400 Fax 2310770124, oppure presso gli stabilimenti.
  • Questo programma speciale è stato coordinato nell´ambito di “SALONICCO CAPITALE CULTURALE EUROPEA 1997”.