Header image  
 
   HOME ::

 

 


LESBO


Prenotazione on line ALBERGHI LESBO senza penale in caso di cancellazione

LESBO Al settimo posto in ordine di grandezza tra le isole del Mediterraneo, Lesvos ha da poco saputo accogliere il turismo sebbene rappresenti uno dei posti più interessanti di tutta la Grecia. Su quest'isola, dove due mila e seicento anni addietro naque il pensiero femminista, le alternative sembrano davvero infinite, in un ambiente in larga parte ancora vergine e poco toccato dal turismo di massa. La combinazione di paesaggi, fenomeni geologici, spiagge, antichità, castelli e città medievali è tale che una settimana di permanenza è poco rispetto a ciò che l'isola ha da offrire . Patria di Saffo e di Alkeos, due grandi poeti e pensatori dell'antichità classica, Lesvos è oggi famosa per 4 cose: a) l'ouzo, la più popolare tra le grappe in Grecia, da accompagnare con le ottime sardine locali.b) per essere centro di incontro di femministe e gay (nei limiti stabiliti dai costumi locali e dalla tolleranza della chiesa, onnipresente sull'isola)c) per il suo bosco pietrificato, il più grande bosco fossile del mondo, d) per le sue terme, le proprietà terapeutiche e rilassanti delle quali possono offrire il più grande servizio ai non più giovanissimi. Lesvos è inoltre nota per essere patria del nobelista Odysseas Elytis e di uno tra i più popolari pittori contemporanei greci, il mitico Theofilos, re del colore naturale e delle rappresentazioni allegoriche. Il quadro si completa con Kenderis, il più grande sprinter attuale, a livello mondiale.

http://www.qspiagge.it/recensioni/lesbo/

La storia di Lesvos è inestricabilmente legata a quella dei greci dell'Asia Minore che fino ai primi anni 30' popolavano l'antica Ionia e dove Lesvos teneva anche delle colonie. La sua autonomia fu interrotta nel solo medioevo, allorché prima i genovesi e poi i turchi la occuparono insediando i loro governi. Milleni addietro l'isola era attaccata all'Asia Minore e fu staccata in seguito ad un insieme di violente eruzioni vulcaniche e potentissimi terremoti. A questi fenomeni (come pure all'eccezionale varietà di ecosistemi che uno incontra sull'isola) è da addebitare il suo fascino paesaggistico attuale che la rende uno dei posti preferiti per geologi, speleologi, biologi e botanologi di tutto il mondo. Infine i cultori di storia medievale potranno ammirare due dei più celebri castelli di tutto l'Egeo, quelli di Mytilini e Molivos e due monasteri fortezza di eccezionale valore storico a Kallonì (Moni Limonos) e nella regione di Eressos, il monastero di Ipsilos.

 

 

Per quanto riguarda gli spostamenti via mare, invece, Lesbo è collegata con Chios, il Pireo, Limnos, Thessaloniki, Kavala, Alexandroupolis, Samos, Ikaria, Kalymnos, Kos, Rodi e la Turchia (Ayvalik e Dikili). Per informazioni più dettagliate su rotte e orari dei traghetti da/per Lesbo visitate il sito http://www.openseas.gr/ (in inglese).

 



Scrivi per informazioni sulle tue vacanze e pacchetti viaggio per le isole greche